DISO (LE), 28-29 Luglio 2007 - Piazza Carlo Alberto

Il 28 e 29 Luglio si terrà a Diso la 9^ Edizione di "Etnica Diso Folk Festival", uno dei più importanti appuntamenti dell’estate salentina per gli appassionati di musica etnica e delle sue contaminazioni.
Concepito per diffondere la conoscenza delle culture musicali del mondo, il Festival ha cercato di "dar voce" ai popoli più lontani (e non solo in senso geografico) dalla nostra cultura, invitando a partecipare artisti di ogni continente (Sud America, Africa, Paesi Balcanici) scelti sulla base della loro autenticità e rispetto della tradizione.
Il Festival ha come obiettivo primario la valorizzazione della musica come bene artistico e culturale, e la conoscenza del patrimonio musicale tradizionale dei popoli, all’insegna del multiculturalismo come confronto tra le tante e varie culture, europee ed extraeuropee.
Confronto che mette in relazione i diversi linguaggi musicali tradizionali, mettendone in evidenza identità, somiglianze, analogie, influenze reciproche.
"Etnica Diso Folk Festival" è un appuntamento culturale di quelli che segnano la crescita di un territorio figlio di millenarie contaminazioni, una rassegna attenta alla ricerca della tradizione, ma nel contempo alla modernità della musica etnica che le complesse dinamiche storiche e socioculturali hanno oggi trasformato attraverso le innovazioni derivanti dal contatto con altre culture.
Sarà proprio questo l’elemento caratterizzante di questa 9^ Edizione: scoprire, attraverso il lavoro di ricerca e di produzione degli artisti ospiti di questa 9^ Edizione, come la contaminazione musicale è stata già capace di creare nuovi codici linguistici multiculturali.
Nel suggestivo scenario di piazza Carlo Alberto, il 28 e 29 Luglio torna quella festa davvero unica nel suo genere, di grande richiamo turistico e di forte coinvolgimento dei cittadini, occasione di riscoperta del nostro territorio e dei suoi tesori, ma anche occasione di incontro con la cultura popolare delle varie Regioni del Mondo.
"Etnica Diso Folk Festival" ha sempre agito in un ambito artistico-culturale estraneo ai meccanismi del circuito commerciale, cercando di agevolare il difficile percorso di integrazione tra popoli diversi, e l’avvicinamento del pubblico a culture extraeuropee ed eurofolcloriche tramite la conoscenza e la diffusione del loro patrimonio musicale tradizionale.
Anche quest’anno l’ospitalità e l’allegria di un’intera cittadinanza trasformeranno il paese in una spontanea e laboriosa factory di musica popolare.

PROGRAMMA
Venerdì 28 Luglio
ore 21.30 - FOLY DU BURKINA FASO
ore 23.00 - NIDI D'ARAC
Sabato 29 Luglio
ore 21.30 - KUMENEI
ore 23.00 - RAFFAELLO SIMEONI

Manifesto

Etnica Diso Folk Festival 2007

FOLY DU BURKINA FASO

Otto elementi, quattro percussionisti e quattro ballerini.
Provenienti singolarmente da esperienze di collaborazione con vari artisti in Europa e Canada si sostituiscono come gruppo nel 2001 avviando una ricerca e rielaborazione di antichi ritmi dell’Africa subsahariana, fondendo l’esperienza motoria e rappresentativa dei ballerini all’incessante ritmo saggiamente dosato di quattro percussionisti di grande esperienza.

NIDI D'ARAC

Gruppo tra i più propositivi nel panorama di quella nuova tendenza musicale che, contaminando la tradizione popolare con le nuove tecnologie sulla base di ritmi comuni, sta diventando un autentico fenomeno culturale.
Al centro della loro poetica musicale sono il morso della tarantola, il mitico ragno che fa ballare e la forza terapeutica e liberatoria che solo la musica può offrire.

KUMENEI

"Kumenèi" che in griko significa “può darsi” è una possente macchina dal ritmo passionale, fondata da "Vito Giannone", "Antonio Melegari" e "Marco Santoro Verri": artisti che fra i molti hanno contribuito all’elaborazione creativa del patrimonio musicale del Salento.
Ai tre fondatori si sono subito accostati "Fabrizio Giannone" e "Andrea Stefanizzi" e insieme hanno lavorato per uno spettacolo incredibilmente misurato, un ponte perfetto fra memoria delle pelli dei tamburi a cornice, che battono il tempo implacabile della trance, e orecchie attente alla contemporaneità: inserti elettrici, richiami alle altre sponde del Mediterraneo, voci fiere e tradizionali, corde che conoscono il segreto della velocità.

RAFFAELLO SIMEONI

Cantante, musicista e compositore, suona flauti moderni, antichi e tradizionali, cornamuse, bombarde, ciaramelli, clarinetto balcanico, organetto, saze, bouzuki, cuatro, tzouras e altri.
E’ il fondatore nel 1985 insieme a Stefano Saletti dei "Novalia".
Un'anima italiana per un sound che segue la bussola dei venti dei balcani, un artista che da circa 20 anni cerca la propria rotta musicale e ricerca del tradizionalismo etnico: originario del Lazio, è nato a Rieti il 06/03/1962, ma profondamente radicato nel cuore del mediterraneo più profondo.