DISO (LE), o4-o5 Agosto 2018 - Piazza Rimembranza

PROGRAMMA
Sabato o4 Agosto (PIAZZA RIMEMBRANZA - Ingresso Libero)
ore 22.00 - Compagnia Aria Corte (Salento)
ore 23.00 - Enzo Avitabile (Napoli)
Domenica o5 Agosto (PIAZZA RIMEMBRANZA - Ingresso Libero)
ore 22.00 - Gli Amarimai (Lucania)

Manifesto

 

Enzo Avitabile - o4 AGOSTO

Con il progetto "Acoustic World" Enzo Avitabile ripercorre in chiave acustica gli ultimi anni della sua produzione discografica, proponendo brani tratti da tutti i suoi progetti dal 2003 ad oggi. "Salvamm 'O Munno", "Sacro Sud", "Festa Farina e Forca", "Napoletana", "Black Tarantella" sono i dischi dai quali si attinge per poter dar vita ad un concerto che è incontro "intimo", nel quale Enzo Avitabile guida il pubblico attraverso un percorso fatto di emozioni e di conoscenza di un linguaggio musicale personalissimo ed originale che lo ha reso uno dei riferimenti mondiali della "World Music" e probabilmente l'artista italiano più rappresentativo di questo genere. Nella ?sua? World Music Enzo Avitabile ha saputo sposare il bagaglio artistico di una carriera ormai trentennale con una ricerca continua di innovazione musicale, con uno sguardo sempre attento al sociale, cantando le sofferenze degli ultimi ma anche le loro speranze, che sono le speranze di una grossa parte della popolazione del mondo. Un artista che canta il Sud, che non è solo sud geografico ma uno stato dell'animo e della condizione umana. Un Sud che vuole cercare il suo riscatto attraverso la scoperta e la valorizzazione delle proprie radici, attraverso un percorso di crescita culturale, una fame di conoscenza, di sapere, di mescolanza in un rapporto alla pari, dove non esistono vincitori né vinti, ma solo esseri umani che interagiscono in un rapporto di fratellanza nella ricerca comune di un percorso di pace che può e deve passare anche attraverso la musica che da sempre è veicolo di trasmissione di culture e tradizioni.

Enzo Avitabile 

Compagnia Aria Corte - o4 AGOSTO

Gruppo organizzatore del Festival, considerato uno tra i gruppi più importanti del panorama etno/popolare pugliese, che continua ad essere punto di riferimento del movimento di riproposta della più antica e travolgente forma di ballo e ritmo popolare quale è la "pizzica", non solo ma anche della tradizione grika, canti d'amore, ballate contadine e tarantelle, riuscendo a portare, nei 22 anni di attività, la musica della propria terra su prestigiosi palchi, teatri e in numerose piazze d’Italia, d’Europa e del Mondo (Francia,Inghilterra,Austria,Svizzera,Grecia e Brasile). Il concerto, un concentrato ipnotico e incalzante viaggio nel mitico mondo della taranta, ripercorso attraverso le musiche più suggestive ed i ritmi più ossessivi della tradizione popolare contadina del basso Salento e brani di propria composizione. Arrivati al 22^esimo anno di attività, presentano il loro Tour 2018 "PIZZICA ON THE ROAD".

Compagnia Aria Corte 

Gli Amarimai - o5 AGOSTO

Il gruppo de' gli Amarimai nasce a Viggiano (PZ) nel 2006 da un gruppo di ragazzi uniti dalla stessa passione, la musica. Composto da circa 13 elementi, il gruppo si costituisce come associazione musicale culturale, che da sempre lavora per ricercare, salvaguardare e tramandare tutte le tradizioni popolari e soprattutto quelle musicali della Basilicata. Grazie all'impegno profuso in quest'ambito il gruppo gli Amarimai è socio fondatore del Comitato Nazionale per la Ricerca e la Salvaguardia del Patrimonio Immateriale (ICHNet - Intangible Cultural Heritage Network). Tra le tradizioni etno-musicali recuperate, i canti e i balli popolari, spiccano il recupero del suono pastorale della zampogna lucana e del suono nobile e fiero dell’arpa popolare viggianese. Non mancano, tuttavia, pezzi musicali e testi realizzati ex­-novo che scavano nel passato, riportando alla luce ritmi e suoni, immergendosi nella quotidianità della tradizione e riportandola ai nostri tempi in modo sempre innovativo, pur conservandone le caratteristiche peculiari. L’attuale formazione dell’ass. Gli Amarimai è costituita da musicisti Viggianesi e della Val d’Agri: ognuno con i propri racconti, il proprio background culturale ed il proprio bagaglio musicale, ha portato una rinnovata vitalità energica al gruppo, intraprendendo un percorso che si potrebbe definire “contaminato con armonia”. Con grinta i tamburelli suonano i ritmi forsennati della Pizzica e della Tarantella, incastrandosi con la potenza delle percussioni Spagnole, Africane e Sud Americane; mentre la bottiglia, con il suo tintinnio, richiama al suono della Lucania festosa e saltellante. Le fisarmoniche e la chitarra, con accompagnamenti Gipsi-­Flamenco, fanno da tappeto armonico alle zampogne ispirate alla musica Celtica e le ciaramelle dalle sonorità Arabe. L’organetto, elemento portante, libera nell’aria le note dei suoni della tradizione del Sud Italia e le voci raccontano e cantano storie di vita popolare, ricche di amore, coraggio ed allegria. Ciliegina sulla torta è il suono dell’arpa viggianese che con la sua dolcezza incanta e delizia le orecchie degli ascoltatori. Il risultato finale è un cocktail di suoni che esplodendo creano una vitale energia, espressa attraverso la passionalità della danza e attraverso quel filo conduttore armonico, che amalgama il tutto e che proviene dal ritmo innato della tarantella, che scorre nelle vene di ognuno dei componenti de Gli Amarimai.

Gli Amarimai 

 

Logo


IN COLLABORAZIONE CON:

            

MEDIA PARTNER

            

MAIN SPONSOR